Emozioni: che ruolo giocano nel cambiamento?

Emozioni: che ruolo giocano nel cambiamento?

Come reagiamo ai cambiamenti?
Quali emozioni entrano in gioco?
Come tenere conto delle emozioni nei processi di cambiamento?

Cambiare significa sempre modificare qualcosa di se’: un modo di agire, di fare, di pensare…
Coinvolge molti aspetti razionali, ma soprattutto emotivi.

Quale è il ruolo delle emozioni nei processi di cambiamento?

Da un punto di vista emotivo cosa accade quando non siamo noi a voler modificare attivamente qualcosa, bensì è la realtà intorno a noi che cambia?

La nostra reazione agli eventi forti, che ci richiedono dei cambiamenti importanti è di tipo adattiva, e comporta cinque diverse fasi che si susseguono dopo la sorpresa iniziale:

Queste fasi, individuate dalla dott.ssa Elisabeth Kubler-Ross, non riguardano solamente le reazioni umane agli eventi luttuosi, ma possiamo estenderle a tutti gli eventi di grande cambiamento soprattutto quelli che vengono dall’esterno, ovvero non cercati ma subiti.

Questo spiega lo stress provato di fronte agli eventi importanti, si tratta di una crisi di adattamento, e tra queste situazioni ne troviamo di tutti i tipi, anche positive:

  • lutti
  • malattia
  • trasloco
  • matrimonio
  • separazione / divorzio
  • promozione / licenziamento
  • cambio di lavoro

Non possiamo quindi non considerare la componente emotiva che entra in gioco in tutti i fenomeni che riguardano il cambiamento: sono aspetti irrazionali, di cui non sempre siamo pienamente consapevoli e che si attivano con la velocità tipica del cervello subcorticale.

In quale fase sei rispetto al ciclo delle tue emozioni?
In quale fase si trovano i tuoi colleghi e collaboratori?
In quale fase si trovano i tuoi clienti?

Dobbiamo riconoscere i nostri vissuti e dove si trovano le persone intorno a noi per sintonizzarci emotivamente con loro, altrimenti rischiamo di risultare fuori sincronia con i loro bisogni e quindi inefficaci, sia che si tratti di guidarle (collaboratori) o aiutarle nel processo di acquisto (clienti).

In quale fase del processo di elaborazione siamo pronti per il cambiamento?

Forse il cambiamento avviene nel corso di tutto il processo: ogni evento rilevante ci modifica.
Ma se vogliamo guidare / supportare colleghi e collaboratori, o clienti, verso il cambiamento allora dobbiamo saper dosare vicinanza e distanza, supporto ed indirizzamento, adattando i nostri comportamenti ai segnali che l’altro ci rimanda.

Ad uno sguardo esclusivamente razionale le emozioni possono sembrare un possibile intralcio al cambiamento, ma sono inevitabili dato che siamo Esseri Umani, ed al contrario dalle apparenze ci aiutano ad integrare i cambiamenti, sono la chiave che apre la porta della nostra capacità di adattamento.

le emozioni
sono la benzina
della nostra motivazione

La sintonizzazione emotiva è però solo il primo passo perché per mettere in modo un processo di cambiamento occorre vincere l’inerzia derivante dalla forza delle abitudini.

 

Fine seconda puntata…

Questo inserimento è stato pubblicato in Contenuti, Senza categoria. Metti un segnalibro su permalink.
  • iscrizione Newsletter