Trasforma le resistenze al cambiamento con le neuroscienze

Trasforma le resistenze al cambiamento con le neuroscienze

Come mai all’interno del team ci sono atteggiamenti così diversi verso il cambiamento?

Quali sono le resistenze individuali al cambiamento?

Come riconoscerle e trasformarle da barriere ad alleate?

Non siamo tutti uguali!

Questa affermazione sembra banale, ma è ciò che dovremmo sempre ricordarci lavorando con colleghi e collaboratori, specie se abbiamo in mente di proporre dei cambiamenti.
Quello che invece facciamo, senza accorgercene, è di dare per scontato che ciò che vale per noi stessi valga anche per gli altri: ci viene naturale assumere che quello che mette in moto la nostra motivazione faccia altrettanto negli altri, e ci stupiamo quando ci accorgiamo del contrario.

Se noi siamo motivati al cambiamento, non è detto sia lo stesso sia per gli altri!

La realtà è che spesso si tratta di dover convincere colleghi e collaboratori e questo ci porta ad incontrare resistenze individuali di ogni tipo, che a volte rischiano di diventare vere e proprie barriere, se non sappiamo riconoscerle e trasformarle.

Le motivazioni individuali si fondano infatti sul sistema personale di credenze e Valori fondanti.

l’insieme dei nostri Valori
costituisce la nostra Identità
e nessuno è disponibile a mettere
facilmente in discussione
le proprie fondamenta….

Provare a modificare le motivazioni altrui equivale ad addentrarsi nel “campo minato” dell’Identità individuale: l’esito è incerto, il rischio di dare invece un forte segnale di disconferma alla Persona è molto elevato, con il risultato di rinforzare la sua resistenza!

Come superare le barriere individuali al cambiamento, trasformandole in leve capaci di esaltare il contributo del singolo?

In fondo la resistenza al cambiamento ci dice cosa è importante per una Persona, allora perché non provare ad andare incontro a ciò che conta davvero per lei? Forse in questo modo trasformiamo l’ostacolo in motivazione..

Se modificare un Valore personale è un’impresa pressoché impossibile, quello che si può provare a fare è di contribuire ad ampliare l’altrui punto di vista, in modo che possa arrivare a comprenderne altri fino a quel momento non considerati.

Il punto di partenza sono le attitudini individuali e le diverse leve motivazionali verso il cambiamento.

In questo ci vengono in aiuto le neuro scienze e l’approccio Brain Based: i 4 paradigmi umani, che derivano dalle diverse preferenze cognitive individuali, sono alla base dei diversi atteggiamenti di fondo e delle leve motivazionali individuali verso il cambiamento.

Quali sono le leve motivazionali dei tuoi collaboratori?

Come puoi attivare il tuo team nella gestione del cambiamento?

Quali attitudini individuali puoi incentivare e valorizzare in questa fase del processo? 

Il team leader che conosce bene il suo team riconosce le leve e le attitudini di ciascuno ed assegna ruoli e funzioni nella gestione del cambiamento al fine di esaltare e valorizzare le specificità individuali. Questo garantisce motivazione ed efficenza a breve termine.

Nel medio termine il team leader aiuta i singoli ad ampliare il loro atteggiamento naturale verso il cambiamento contribuendo così alla creazione di un team più flessibile e ben integrato, dove le inclinazioni di ciascuno sono riconosciute come un valore per tutto il team perché contribuiscono concretamente al raggiungimento degli obiettivi comuni.

Fine quarta puntata

Riferimenti utili:

“The whole brain business book” , N. Herrmann, ed. McGraw-Hill
“Neurofitness”, K. Benzinger, ed. Le Lettere

vuoi riconoscere le leve motivazionali dei tuoi collaboratori?
prova l'assessment neuro scientifico on line
Questo inserimento è stato pubblicato in Contenuti, Senza categoria. Metti un segnalibro su permalink.
  • iscrizione Newsletter